Mondiali di nuoto: Roma 2009, a che punto sono i lavori?

Logo Mondiali Roma 2009Mondiali di nuoto: Roma 2009

 

 

 

 

Le belle parole del Presidente FINA Mustapha Larfaoui

“A nome della FINA ho il piacere di dare il benvenuto a tutti gli atleti, allenatori e membri ufficiali per i 13TH FINA World Championships, che si terranno a Roma (Italia) dal 18 luglio al 2 agosto 2009. La città Eterna è pronta a dare il benvenuto ai rappresentanti della FINA 15 anni dopo la pregevole organizzazione della settima edizione di questi Campionati nel 1994. Sono sicuro che i 13TH FINA World Championships saranno anche ricordati come una delle pietre miliari nella storia delle FINA. La FINA invita i migliori atleti provenienti da 193 Federazioni Nazionali Membri, per le cinque discipline acquatiche, ad essere presenti a Roma. Le performance dei nostri nuotatori, la perfezione tecnica dei nostri tuffatori, le competizioni tra le  squadre di pallanuoto, lo sforzo dei fondisti e la grazia nei movimenti delle nuotatrici di sincronizzato, allieteranno migliaia di spettatori in loco e milioni di telespettatori in tutto il mondo. La naturale attrazione di Roma, la sua storia e l’eredità culturale, il suo senso dell’ospitalità e la simpatia dei suoi cittadini sono la
migliore garanzia per una competizione di successo. Da luglio 2005, data della designazione di Roma come città ospite di questi campionati, la FINA continua a lavorare a stretto contatto con il Comitato Organizzatore al fine di garantire la migliore riuscita nel 2009: alta qualità delle strutture, importanti programmi di marketing e sponsoring, alti livelli per la produzione TV e il broadcasting. A nome della FINA, naturalmente esprimo la mia gratitudine agli Organizzatori dei 13TH FINA World Championships. Il loro entusiasmo, il loro aiuto e la loro continua assistenza sono decisivi per l’immagine che la FINA vuole trasmettere con questa competizione: un Aquatic Festival con le migliori Star del nostro Sport.”

 

calatrava 1

Presentazione del progetto di fronte alle cariche istituzionali

 

Vorrei innanzitutto partire con questo comunicato, del quale forse non tutti siamo a conoscenza.

La Città dello Sport di Tor Vergata progettata dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava non sarà pronta per i mondiali di nuoto del 2009. Avviati a marzo 2007, i lavori di costruzione per il maxi impianto sportivo sono fuori tempo massimo. A confermarlo è un decreto firmato dal Presidente del Consiglio Berlusconi pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 2 gennaio 2009.

Continuando si legge che tale decisione è stata presa a causa della mancanza di fondi per l’intervento. I 200 milioni di euro stanziati non sono sufficienti, allo attuale stato dei lavori, si stima, ne servano altrettanti per completare l’opera. Nel decreto leggiamo comunque l’ottimismo degli organi di stato <<detto evento potrà comunque svolgersi negli impianti sportivi localizzati nella città di Roma, con particolare riferimento al complesso del Foro Italico, nonché in alcuni comuni della Regione Lazio>>.

Capiamo quindi che sarà il Foro Italico ad ospitare i suddetti mondiali, una struttura che per quanto tutt’oggi degna e all’altezza di ogni situazione non da la risposta e l’immagine che si voleva “esportare” dell’Italia nel Mondo.

foro italico

Vista aerea del Foro Italico

Meglio fermarsi quindi? Gettare 200 milioni di euro per fare cosa? Uno scheletro di acciaio e cemento armato che forse non vedrà mai la luce? Aggiungere un nuovo “rudere” alla città, questa è la risposta che siamo in grado di produrre oggi?

stato lavori 1

Vista 1 – Stato dei lavori della Città dello Sport

stato lavori 2

Vista 2 – Stato dei lavori della Città dello Sport

 Roma non avrà la città dello sport che era stata pianificata, si perde l’occasione per riqualificare e potenziare un’area del quadrante Sud della città che al momento risulta essere in grande espansione e privo di alcuna pianificazione Urbanistica. Nessuna piscina vedrà la luce, almeno per i prossimi anni, e nessuno, a partire dagli studenti della Facoltà degli studi “Tor Vergata”, tra quelli che avevano sognato un vero campus alle porte di Roma, a tutti gli Italiani che con un pizzico di vanità e patriottismo speravano di far bella figura con strutture nuove, sulle delegazioni Tedesche o Francesi, sarà soddisfatto.

 stato lavori 3

Vista 3 – Stato dei lavori della Città dello Sport

stato lavori 4

Vista 4 – Stato dei lavori della Città dello Sport

Lo zuccherino che ci viene dato: <<continueremo la città dello sport>>  non basta.

[digg=http://digg.com/arts_culture/Mondiali_di_nuoto_Roma_2009]


Leave a Reply

Connect with Facebook

Comment moderation is enabled, no need to resubmit any comments posted.