La Stampante 3d entra nelle nostre case

Le stampanti 3d sono degli apparecchi simili a fotocopiatrici e molte aziende le usano da svariati anni per creare i prototipi dei prodotti che vediamo sul mercato. Partendo da un buon modello tridimensionale basta impostare nella macchina alcuni parametri e questa sforna l’oggetto assemblando plastica, metallo, ceramica: strato su strato. Fino a qualche anno indietro queste macchine avevano dei prezzi esorbitanti e venivano utilizzate solamente in formato industriale. Quest’anno invece alcune aziende hanno lanciato sul mercato le prime stampanti 3D “domestiche” ad un prezzo di attacco di circa mille euro. Sono limitate solamente all’utilizzo della plastica ma riescono comunque a realizzare ottimi modelli. Se volete fare una ricerca sulla rete potete guardare: 3D Systems e Stratasys (una soluzione interessante viene data anche da Makerbot).

Molti appassionati di modellismo saranno molto lieti della notizia, ma chi potrebbe approfittare di questa democratizzazione dei prezzi delle stampanti 3D sono proprio gli studi di architettura. Finalmente si può avere tra le mani il “gioco” che molti di noi hanno sempre desiderato nelle lunghe notti passate insonni alla costruzione dei plastici.

Nella foto di presentazione potete vedere un modello di Ground Zero realizzato con una stampante 3d.


Leave a Reply

Connect with Facebook

Comment moderation is enabled, no need to resubmit any comments posted.