Architettura Verde: Il Centro Culturale Jean-Marie Tjibaou in Noumea, il progetto e le strategie utilizzate da Renzo Piano

Questo complesso immerso in una natura paradisiaca prende le mosse da un legame profondo ed antico con la natura tipico della civiltà e della cultura kanak, il progetto di Renzo Piano per il Centro Culturale Jean-Marie Tjibaou è stato guidato da due grandi idee: da un parte evocare la capacità di “costruire” con gli elementi della natura e dall’altra utilizzare, di fianco a materiali tradizionali come il legno e la pietra, anche materiali “moderni” come il vetro, alluminio, acciaio e strutture leggere all’avanguardia. Renzo Piano l’ha definita

Un’opera attenta alla natura, una realizzazione umanistica dove si mescolano storia, architettura, archeologia e scienze sociali.

 

Il Centro Culturale sorge su una penisola circondata dal mare, inserita nella vegetazione tropicale. È costituito da una serie di grandi conchiglie (dei padiglioni ogivali di altezza dai 9 ai 24 metri) distribuite asimmetricamente lungo un asse principale dove sono collocati i servizi di maggiore frequentazione del Centro: le esposizioni, la sala spettacoli, il ristorante. Una spina centrale collega i diversi gruppi di padiglioni organizzando la distribuzione dei percorsi e ospitando le strutture più pesanti. Lungo un asse minore, perpendicolare al primo, sono disposti i servizi dedicati allo studio, quali la biblioteca e gli spazi per i ricercatori. Il Centro più che un museo è quasi una “passeggiata” in parte all’aria aperta, in parte al chiuso.

Le modalità di realizzazione delle strutture coniche confermano la simbiosi tra la memoria della cultura kanak e l’utilizzo di tecniche moderne. Le pareti curve sono costituite da tre differenti diaframmi che permettono un’efficace illuminazione naturale: un sistema di tendaggi mobili, una parete lamellare in legno e un’ulteriore parete in bambù che filtrano la luce e i suoni della foresta tropicale, lasciando “cantare” la natura. Inoltre le grandi conchiglie che catturano il vento permettono di ottenere una ventilazione naturale degli ambienti, sia convogliando l’aria nella parte inferiore della costruzione, sia, attraverso un sistema a convezione, inviando all’esterno l’aria calda.


Leave a Reply

Connect with Facebook

Comment moderation is enabled, no need to resubmit any comments posted.