E’ successo oggi… 24 marzo, Inaugurazione del primo Monumento dell’Italia liberata

Sopra: Il Mausoleo di N.Aprile, C.Calcaprina, A.Cardelli, M.Fiorentino e G.Perugini, ed, in primo piano, il gruppo di CocciaFoto di Xavier de Jauréguiberry su Flickr

Il 24 marzo del 1949 veniva inaugurato il primo Monumento dell’Italia liberata.
L’importante opera, una delle più significative del ’900, fu il risultato del primo concorso bandito nella nuova democrazia conquistata. Si tratta del Mausoleo delle Fosse Ardeatine a Roma, innalzato a perenne ricordo delle 335 vittime del nazifascismo. Può, senza ombra di dubbio, essere considerato la prima architettura “moderna” d’Italia. Vero e proprio capolavoro senza equali, il Mausoleo è un complesso compendio di a metà tra architettura, scultura e Land Art, e vive una dimensione di racconto continuo intriso di natura e progettazione. La grande massa stereometrica librata a proteggere e accumunare i sepolcri rimarrà a perpetua memoria dei martiri del lato più oscuro dell’essere umano.
Il video che propongo è tratto dalla quarta puntata della seconda serie di Vivere l’architettura, che affronta l’argomento “I monumenti moderni: la memoria della storia”, e narra lo spessore del monumento nel modo più corretto.

Buona visione!


Leave a Reply

Connect with Facebook

Comment moderation is enabled, no need to resubmit any comments posted.